Intervista a Ilenia Bazzacco @timoevaniglia

Innamorata del sud, non potevo che leggere questa frase sul suo sito che anche noi un pò ci siamo innamorati delle sue ricette. Quindi ci siamo chiesti: una innamorata del sud non può mancare alle nostre interviste pochi clic, qualche messaggio, e la sua intervista bella e pronta per tutti noi quindi conosciamola meglio

D: Ciao Ilenia  e grazie per aver accettato questa intervista. Iniziamo con una “domanda obbligatoria”, ma che ci serve per introdurti ai nostri lettori: come è iniziata la tua esperienza di food blogger e per quali motivi?
R: Grazie a voi. La mia esperienza di food blogger è nata non da tantissimo, in effetti non mi definisco una food blogger. Ho aperto il blog per la voglia di condividere, di trasmettere quello che ho imparato negli anni di attività. Si perché, oltre a curare i miei social e il blog, conduco una trasmissione di cucina su 7 Gold (@2chiacchiereincucina), collaboro con aziende del settore per stesura di ricette e video ricette, tengo corsi di cucina per amatori, show cooking e lavoro come libera professionista come cuoca a chiamata. Insomma, un po’ più di food blogger.
D: Come è nata la passione per la cucina e come mai hai scelto Instagram per    proporla
R: Sono del parere che, con la passione per cucina, ci nasci. Da piccolina ho sempre amato pasticciare e “rubare”, attraverso i profumi e i gesti, i segreti delle nonne e della mamma, è sempre stato molto naturale per me. Ho scelto Instagram perché, al giorno d’oggi, è il mezzo più veloce per arrivare alle persone, la fotografia è la prima cosa che ti cattura.
D: Cosa ne pensi del social Instagram
R: Penso che non sia cosa facile da capire come tutti pensano.E’ un social che è in continua evoluzione.
D: Nei tuoi profili social cosa ti piace di più mettere in evidenza?
R: la mia cucina, la mia passione, i piatti che mi rappresentano, il mio lavoro, la mia passione per la fotografia
D:
.Che ruolo hanno avuto le tue tradizioni e in generale la tua famiglia nella tua formazione gastronomica?
R: Assolutamente un ruolo importantissimo. Da buona veneta, amo far conoscere i piatti della mia regione. Però non mi limito. L’Italia intera ha dei piatti fantastici. Mio marito ha i genitori napoletani per cui sono letteralmente affascinata da questa cucina ricca di sapori e di tradizioni.
D: Quando sei critica quando vai a cena fuori? e cosa vorresti che un ristorante offrisse di più ai suoli clienti ?
R: Lavorando nelle cucine dei ristoranti, so quanto lavoro e quanta fatica c’è dietro ad un piatto. In ogni caso porto rispetto per chi ci lavora. Sedermi ad un tavolo di un ristorante per me è motivo di crescita e di conoscenza, anche se magari non è di mio gusto. Cosa vorrei? Vorrei più cucine a vista, ecco, questo si.
D: Pensi che la passione per la cucina potrebbe essere per te il tuo lavoro
R: Io sono tra quelle persone fortunate che ha trasformato la propria passione in lavoro. Sono una libera professionista da ben otto anni.
D: Cosa ne pensano i tuoi Familiari della tua avventura come Food blogger?
R: I miei familiari mi hanno sempre appoggiato sia nel mio lavoro che come blogger.
D: In cucina hai preso spunto da tua madre o da qualche altra persona?
R: Mia mamma non è una grande appassionata di cucina. Piuttosto mia suocera e la nonna di mio marito, Abruzzese mi hanno insegnato tantissimo.
D: Raccontaci se ti va un aneddoto che hai avuto in cucina?
R: Per esempio… che grazie alle cucine di Masterchef Italia 1^ edizione, talent in cui io mi sono classificata al terzo posto, ho avuto la svolta della mia vita lavorativa? Ebbene si, grazie a questa bellissima esperienza, ho avuto la conferma che la mia vita sarebbe ruotata intorno alla cucina.
D: Cosa ti lega alla tua cucina di origine?
R: la volontà di non far dimenticare le ricette di una volta.
D: Ma torniamo alle tue origini. Cosa apprezzi di più della cucina Mediterranea? Quali sono secondo te gli ingredienti cardine?
R: la qualità e la varietà degli ingredienti assolutamente. Come faccio a scegliere? Tutti sono importanti e si completano insieme. Dall’olio, agli agrumi, dagli salumi, alle verdure di stagione come il mio amato Radicchio di Treviso, all’arte casearia.
D: Con che criteri scegli gli ingredienti per le ricette che fai a casa e proponi?
R: In assoluto la stagionalità, possibilmente km0.
D: Oggi si parla molto di tassare le merendine per i nostri figli tu cosa ne pensi? credi che bisognerebbe portare nelle scuole primarie la formazione di una buona e sana alimentazione?
R: Raramente in casa sono entrate le merendine. Una buona torta fatta in casa, pane burro e marmellata… cosa c’è di meglio e di più salutare?
D: Quali potrebbero essere i progetti da portare nelle scuole?
R: perché non proporre dei corsi di cucina come materia scolastica? Perché non insegniamo ai nostri bimbi a prepararsi la merenda?
D: Il piatto che più ami cucinare?
R: Un po’ tutti, adoro preparare il risotto ma preparare dolci mi rilassa e mi piace un sacco.
D: Il piatto che proprio no riesci a fare?
R: forse è più giusto che non amo fare: la selvaggina.
D: Quale è l’ingrediente che usi più in cucina è perché
R: Beh l’olio extravergine d’oliva sempre, le spezie, in particolare il peperoncino, e le erbe aromatiche, manco a dirlo il timo.
D: A quali chef ti sei ispirata?
R: Pare brutto se non ho uno chef in particolare? Attingo idee un po’ da tutti.
D: per concludere C’è la daresti una ricetta veloce?
R: difficile scegliere… perché non date un’occhiata al mio blog?

E si ha propio ragione difficile pure sceglierla la ricetta allora tutti a visitare il suo blog e i social …. dove qui!
https://www.timoevaniglia.com/ , @timoevaniglia, , https://www.facebook.com/ilenia.bazzacco

Grazie per la bella intervista speriamo di averti ad uno dei nostri show cooking

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *