Le zone di produzione dei frutti di mare come conoscerle

Le zone di produzione classificate sono distinte nelle classi A, B e C che differiscono per il livello crescente di contaminazione microbiologica di origine fecale, presente inevitabilmente nelle aree in prossimità della costa e che condiziona il destino dei frutti mare. I frutti di mare raccolti nelle zone classificate A, aree con caratteristiche microbiologiche più favorevoli, possono essere destinati al consumo umano diretto dopo essere stati trattati in centri specializzati di spedizioni, che sono stabilimenti sia a terra che galleggianti su appositi imbarcazioni, nei quali viene effettuata: la pulitura la rifinitura, il lavaggio, la pulitura e la calibratura con relativa parte finale al confezionamento e all’imballaggio in appositi contenitori. I frutti di mare i quali non hanno subito i passaggi sopra elencati non possono essere destinati al consumo umano, pur provenendo da zone classificate A. Mentre i frutti di mare raccolti nelle zone di classe A e B per essere destinati al consumo umano devono essere necessariamente sottoposti ad un trattamento più o meno lungo in un centro di depurazioni o in aree di stabulazione. La depurazione avviene in appositi centri di depurazione, stabilimenti alimentati con acqua marina pulita in cui i frutti di mare vivi permarranno per un lungo periodo  per eliminare i componenti contaminanti. Qui il nostro consiglio che non smetteremo mai di dare, comprare sempre i frutti di mare da persone che conosciamo e di fiducia, mai è poi mai acquistare i frutti di mare da sprovveduti anche se il costo potrebbe essere sicuramente favorevole. Un grazie per la vostra lettura sperando che lo possiate condividere fra a mici parenti e conoscenti ma sopratutto di condividerlo sui vostri social …. Alla prossima 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *